Focus – Niente è come sembra

di Glenn Ficarra e John Requa (2015)

titolo originale: “Focus”
durata: 104’
produzione: USA
cast: Will Smith, Margot Robbie, Rodrigo Santoro, Gerald McRaney, BD Wong, Adrian Martinez, Robert Taylor
sceneggiatura: Glenn Ficarra, John Requa
fotografia: Xavier Pérez Grobet
musica: Nick Urata

Senza infamia né lode questa sorta di caper movie che tuttavia nasconde il progetto della vera stangata fino all’ultimo istante, cercando di confondere in più momenti lo spettatore sia con colpi di scena (simpatico quello delle scommesse al rialzo durante una partita di rugby con un riuscito cammeo di BD Wong o la cattura finale con tecnica kamikaze), sia con la premessa iniziale che (cit.) si lavori “più sulla quantità”. L’eventuale corollario di toni drammatici comportati dal rischio delle azioni si perde un po’ dietro l’espressività ittica di Will Smith, nonostante il contributo della sempre olisticamente piacevole Margot Debbie. Tra i personaggi maschili migliori si erge quello del comprimario Adrian Martinez (nei panni di uno scurrile, ma teneramente simpatico hacker amico del protagonista). Sorvolando sull’imbarazzante propedeutica in sapore di zen mariolo, il mito hollywoodiano dei soldi facili inficiati dalla vulnerabilità che può comportare il vero amore, compromettente e rischiosa zavorra, rimane un po’ il leitmotiv della pellicola e convince a momenti alterni. Ma in generale il film resta godibile almeno fino al finale, come spesso accade discutibile: dall’intervento di salvataggio all’inspiegabile avvio in serenità verso un ospedale con un rubinetto di drenaggio attaccato al petto, rendendo quasi più credibile l’incipit che mostra una sorta di scuola di ladri impuniti in funambolica azione (cinicamente ‘istruttiva’ la parte del riciclaggio). Tutto sommato godibile, anche per la veste professionale del girato che non bada a spese per la messa in scena e concede giusto qualche assaggio virtuosistico (sensuali controluce o una brillante ellissi temporale nei momenti intimi o frequenti sofisticati giochi di riflessi negli alberghi), ma ben lontano dal restare impresso nella memoria.

A cura di Luigi Maria Mennella © 2022.

<< INDIETRO


© Articolo di Luigi Maria Mennella. Deposito n° 194073 presso il Patamu Registry. Tutti i diritti riservati.
© Immagini (utilizzate ai soli fini di divulgazione culturale senza scopo di lucro) dei rispettivi autori, ai sensi dell’art.70 comma 1 bis, art. 70 cit.

Se hai apprezzato l'articolo, condividilo. Grazie.
post precedente

Smile

post successivo

Repo Men

Translate »